FORESTERIA SANT’ORSOLA, un’opportunità per medici e infermieri che abitano fuori Bologna

23 Luglio 2020

A fianco del personale sanitario, anche dopo l’emergenza: nei mesi scorsi lo avevamo promesso, oggi proviamo a farlo, iniziando da un problema particolare ma molto sentito, legato sempre agli alloggi.

Centinaia di dipendenti abitano infatti lontano da Bologna, in qualche caso molto lontano. E per qualcuno, a volte, tornare a casa è complicato: quando c’è sciopero dei mezzi pubblici, quando si ha il turno del pomeriggio e del mattino dopo, o più semplicemente quando accade un imprevisto. In questi casi avere una casa a Bologna, dove fermarsi a dormire per una notte, potrebbe essere utile, un aiuto semplice e importante.

Per darlo a chi ne ha bisogno, quando ne ha bisogno, la Fondazione Sant’Orsola sta progettando un servizio che, in accordo con l’Azienda ospedaliero universitaria, partirà in settembre. Vogliamo che il servizio risponda però ai bisogni veri delle persone che lo utilizzeranno. Per questo chiediamo ai dipendenti dell’Azienda che risiedono lontano dall’ospedale, 5 minuti di tempo per rispondere a nove semplici domande che guideranno le scelte che dovremo fare.

Il servizio partirà al Sant’Orsola ma dopo un periodo di sperimentazione potrà essere esteso al personale di tutti gli ospedali di Bologna. Per domande o suggerimenti puoi scriverci a insieme@fondazionesantorsola.it

Se sei un dipendente del Sant’Orsola e risiedi fuori Bologna, per compilare il questionario clicca qui.