Michela Fontana

MATTEO RICCI. UN GESUITA ALLA CORTE DEI MING

443 pagine

Genere: ,

MATTEO RICCI. UN GESUITA ALLA CORTE DEI MING

di Michela Fontana
Genere: , , 443 pagine
Saggio sul gesuita Matteo Ricci e sul suo tentativo di cristianizzazione della Cina. Matteo Ricci, ammirato e celebrato ancor oggi in tutta la Cina come simbolo dell’incontro fra due civiltà millenarie, da Macerata, dove era nato, arrivò a Macao nel 1582 e, dopo aver soggiornato in varie città cinesi, si trasferì a Pechino, dove visse dal 1601 al 1610 – anno della sua morte - alla corte dell'imperatore Wanli della dinastia Ming.
Fu Ricci a scoprire che la Cina coincideva con il Catai descritto da Marco Polo nel “Il milione” e a farne conoscere per primo le vere culture e tradizioni.

Perché leggerlo?

Saggio godibilissimo, scritto in modo piano e molto, molto ben documentato. L’autrice che ha vissuto e lavorato a lungo a Pechino si rifà alle lettere ed ai documenti originale del tempo. Il saggio descrive anche la Cina del tempo e la mentalità dei suoi abitanti. Descrizioni molto interessanti, perché se la Cina nel suo complesso è cambiata molto da allora, la mentalità dei cinesi, i rapporti fra di loro, i loro valori e così via, no. Questo saggio si legge come un romanzo e consiglio tutti gli interessati alle “cose” cinesi di leggerlo. Il libro nella edizione Oscar Mondadori è corredato da una ricca documentazione fotografica.
Consigliato da Luigi

Degente presso:

oppure se non hai trovato il libro che vorresti leggere
Richiedi un libro non presente nel nostro catalogo