L’isola che non c’è

Un giardino per guarire nel verde. Si chiamerà “L’isola che non c’è” e lo realizzeremo insieme per tutti i piccoli pazienti di pediatria, le loro famiglie e il personale sanitario!

Il progetto, nato da un’idea di Fanep e realizzato insieme, prevede di dare nuova vita allo spazio verde tra il viale centrale del Policlinico e il padiglione 13, con un intervento che lo renderà un luogo non solo bello e accogliente, dove trovare tranquillità immersi nel verde, ma anche terapeutico, dove stimolare i sensi e il benessere psicofisico attraverso il contatto con la natura.

Il giardino sarà co-progettato con la collaborazione di tutte le associazioni attive nel padiglione di pediatria, perché tutte possano dare il proprio contributo e idee per mettere al centro il benessere del paziente.

In questo spazio verde i bambini potranno trovare:
– percorso sensoriale
– urtoterapia
– pet therapy
– osservazione degli animali
– educazione ambientale
– medicine integrate (yoga e shiatsu)
– attività outdoor e ludico-creative.

Del giardino potranno usufruire non solo i bambini, ma anche le loro famiglie e il personale sanitario.

Grazie al giardino, i bambini potranno uscire dalla loro camera di ospedale e godere della bellezza della vita che cresce!

Per realizzare “L’isola che non c’è” è necessario un investimento iniziale di 5.000 €, oltre a un contributo già previsto del Rotary Club Bologna Galvani e di CAAB. E se raccoglieremo di più potremo pensare ad ampliare questa area e a realizzare una copertura ecologica per renderlo fruibile anche quando il tempo non è splendido.

Puoi partecipare anche tu alla realizzazione dell’Isola che non c’è attraverso il crowdfunding, attivo da venerdì 7 giugno a domenica 4 luglio, sulla piattaforma Ginger!

Fai fiorire “L’isola che non c’è”!
Fai la tua donazione su: https://www.ideaginger.it/progetti/l-isola-che-non-c-e-un-giardino-segreto-in-pediatria.html