Lo spazio che cura

“Lo spazio in cui avviene la cura fa parte della cura. Ci sono studi che lo dimostrano: se un paziente oncologico è accolto in un ambiente migliore, i risultati delle terapie sono migliori” – Andrea Ardizzoni, direttore Oncologia medica

Quello del Sant’Orsola è il principale reparto di Oncologia dell’Emilia-Romagna. Qui ogni anno 900 pazienti vengono ricoverati e altri 1.800 ricevono in day hospital le terapie più avanzate.Oggi insieme possiamo aiutare tutti coloro che a Bologna devono intraprendere questo percorso.

 

Aiutaci a trasformare l’Oncologia del Sant’Orsola!

 

Grazie al sostegno di Bologna sarà infatti possibile consegnare alla città un reparto tutto nuovo: nuovi pavimenti, nuovi controsoffitti, nuova illuminazione, nuovi colori alle pareti.

In questo luogo pieno di luce ogni paziente potrà contare su stanze con

  • letti elettrici di ultima generazione,
  • tende fonoassorbenti per garantire maggior privacy,
  • bagni in camera totalmente rinnovati,
  • balconi trasformati in giardini d’inverno,
  • la musica, grazie ad un sistema di filodiffusione.

Insieme investiremo anche per migliorare le relazioni tra paziente, familiare e personale sanitario e il supporto psicologico, intervenendo su:

  • l’ingresso aperto, con un grande bancone per l’accoglienza,
  • una sala dedicata agli incontri,
  • la stanza dedicata per i colloqui con il medico o lo psicologo.

Per riuscirci dobbiamo raccogliere 500.000 euro. È una sfida impegnativa, ma insieme possiamo riuscirci. Clicca qui e scopri che cosa puoi fare anche tu!

“I pazienti più fragili, dopo l’emergenza per la pandemia, meritano l’abbraccio di tutta la città, in questo come in altri reparti dove insieme potremo intervenire” – Giacomo Faldella, presidente Fondazione Sant’Orsola

Se lo faremo, ecco come si trasformerà intanto il reparto di Oncologia medica.

Dopo
Prima

Il corridoio

Dopo
Prima

La stanza di degenza

Dopo
Prima

La sala per l'attesa e gli incontri

Dopo
Prima

La sala riunioni per il personale