Sant’Orsola, la Fondazione cerca volontari per l’accoglienza

6 Ottobre 2019

Ogni giorno al Sant’Orsola ci sono persone che hanno bisogno di un aiuto per trovare un ambulatorio, pagare il ticket, raggiungere un reparto. Per ognuno di loro cerchiamo volontari felici di farlo.

Il Sant’Orsola conta oltre 30 padiglioni, dislocati lungo un’area lunga oltre un chilometro, attraversata da due strade (via Albertoni che separa il padiglione 2 dall’area storica del Sant’Orsola e via Palagi che separa il padiglione 1 dal 2) e con oltre 18 punti di accesso.

Per orientarsi ci sono mappe e segnaletica, ma quando si entra in ospedale spesso si è preoccupati, a volte non si sta bene, si ha paura. E affidarsi a una mappa non basta: quel che serve è qualcuno che faccia la strada con noi.

Sarà un servizio fatto di gesti semplici: dare informazioni, accompagnare chi è disabile o semplicemente debilitato, aiutare chi deve pagare il ticket o fare l’accettazione con la macchinetta automatica.

Per chi ha aderito alla prima call della Fondazione, l’appuntamento è lunedì 4 novembre alle ore 18 nell’aula magna del padiglione 10 (il cosiddetto Gozzadini – via Massarenti 11) per continuare a conoscersi, imparare qualcosa in più sul progetto e sulla formazione. Tutti gli altri possono comunque candidarsi scrivendo una mail a volontari@fondazionesantorsola.it oppure un sms o un messaggio whatsapp al numero della Fondazione 366.2027289.

Il servizio si svolgerà dal lunedì al venerdì, nella fascia compresa tra le 8 e le 14, quella in cui più intenso è l’afflusso di pazienti e familiari. Agli aspiranti volontari viene chiesta la presenza per almeno un turno di 2 ore alla settimana, ma ben venga – ovviamente – una disponibilità maggiore.