Taxi a 1euro

Queste pagine sono in continuo aggiornamento. Sono pagine dedicate per le comunicazioni sui servizi attivati dalla Fondazione Sant’Orsola a supporto del personale degli ospedali di Bologna coinvolti nell’emergenza coronavirus  grazie alle donazioni che giungono sul fondo “più forti INSIEME”. Grazie per tutto ciò che state facendo, siamo con voi.

 

In taxi per facilitare gli spostamenti casa-lavoro del personale degli Ospedali coinvolti nell’emergenza coronavirus al costo simbolico di 1 euro. Il nuovo servizio è attivo da lunedì 20 aprile e resterà attivo fino a che non saranno rientrati i disagi provocati nel trasporto pubblico locale dall’emergenza Coronavirus grazie all’accordo tra Fondazione Sant’Orsola e Cotabo e al contributo di un’importante realtà del Terzo settore bolognese.

Il servizio potrà essere attivato per raggiungere l’ospedale da casa, per spostarsi tra un ospedale e un’altra sede del sistema sanitario metropolitano (sedi Ausl di via Gramsci e via Castiglione) oppure per ritornare a casa dall’ospedale a fine turno. Salendo sul mezzo il personale sanitario dovrà presentare il tesserino al taxista che prenderà nota di nome, cognome e numero di matricola.

Quali Comuni sono coperti dal servizio?

I Comuni coperti dal servizio sono oltre al Comune di Bologna, quelli di : Anzola dell’Emilia, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell’Emilia, Ozzano Emilia, Pianoro, Sasso Marconi, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa

Come fare a usufruirne?

  • Può usufruirne il personale del Bellaria, Maggiore e Policlinico di S.Orsola
  • È necessario esibire al taxista il badge
  • Pagare la cifra simbolica di 1 euro

Cotabo si è impegnata a mantenere una presenza costante di mezzi nelle piazzole presenti nelle aree dei tre ospedali.