Progetto Seguimi – “Appena letto il giornale non abbiamo esitato un attimo”

1 Febbraio 2020

“Appena letto l’articolo sul giornale non abbiamo esitato un attimo”. E come Claudio e Sabrina così hanno fatto tanti altri. Letto l’articolo su Il Resto del Carlino, partner della campagna, con un bonifico oppure online con la carta di credito hanno scelto di sostenere il progetto Seguimi, per portare nel più breve tempo possibile al Sant’Orsola un lettino totalmente digitalizzato capace di rendere la radioterapia più sicura ed efficace.

 

In questi primi dieci giorni sono stati raccolti 6.600 euro, da tanti donatori che hanno scelto di unirsi per raggiungere insieme l’obiettivo. La strada da fare resta tanta: per arrivare al traguardo dobbiamo arrivare, infatti, a 210.000 euro. Ma questa partenza ha dato tanta speranza ai medici, ai tecnici e agli infermieri del reparto, per lo slancio che si legge nei messaggi che hanno accompagnato le donazioni.

 

“Siamo molto sensibili a queste iniziative – raccontano Claudio e Sabrina – e per quanto possibile cerchiamo di aiutare.  Nei prossimi mesi vedremo di donare ancora”. Roberta ha una speranza: “Ho deciso di effettuare una donazione per questo progetto – spiega – per aiutare la nostra sanità ad arrivare un giorno non molto lontano a vincere in modo definitivo le malattie che prima erano incurabili”.

 

Barbara, pensando alla sua donazione, cita un aforisma di Dietrich Bonhoeffer, un teologo  luterano protagonista della lotta al nazismo: “Nella vita ordinaria noi raramente ci rendiamo conto che riceviamo molto di più di ciò che diamo, e che è solo con la gratitudine che la vita si arricchisce”. Perché la donazione è un gesto in cui tutti vinciamo, insieme. Diamo, e ritroviamo il perimetro della nostra vita più ampio.

 

Grazie di cuore a tutti coloro che hanno già donato per raggiungere insieme l’obiettivo e a tutti quelli che, pensando al bene dei pazienti, lo faranno nei prossimi giorni.

 

Clicca qui per scoprire il progetto Seguimi e come puoi sostenerlo anche tu!

Leggi l’articolo che  Il Resto del Carlino  ha dedicato alle prime donazioni arrivate